developer_mode
03

Casacastalda

Info point#3

English

I reperti più numerosi risalgono al periodo etrusco-romano, rinvenuti casualmente e a più riprese nel corso di lavori campestri da alcuni contadini su terreni situati nel Monte della Dea, in particolare in corrispondenza del cosiddetto Campo del Tesoro.

Dal libro “Il Castello di Casa Castalda e la sua Pieve” di Gaetano Bensi

Comunicazione Aumentativa Alternativa - Info Point #3 - Borgo Sociale